cat03-cox-spiritismo

cat03-cox-spiritismo è un opuscolo sulla pratica cattolica dello spiritismo proibito nelle sue dottrine e pratiche.

cat03-cox-spiritismo è un opuscolo sulla pratica cattolica dello spiritismo proibito nelle sue dottrine e pratiche.

Dio NON ci parla attraverso gli spiriti o persone morte

2 Tessalonicesi 2:9 La venuta di quell’empio avrà luogo, per l’azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigi bugiardi;
2 Tessalonicesi 2:10 e con ogni sorta d’inganno d’iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore all’amor della verità per esser salvati.
2 Tessalonicesi 2:11 E perciò Iddio manda loro efficacia d’errore onde credano alla menzogna;
2 Tessalonicesi 2:12 affinché tutti quelli che non han creduto alla verità, ma si son compiaciuti nell’iniquità, siano giudicati.

Ci sono varie religioni, gruppi religiosi e filosofie che credono nel rivolgersi a fantasmi, spiriti o altre persone celesti o morte per dottrina, guida, informazioni o aiuto. Questo aiuto che ci offrono è una trappola del Diavolo e dei suoi demoni affinché non cerchiamo la guida di Dio.

Dio oggi non ci parla direttamente attraverso visioni, rivelazioni, o altre forme di comunicazione.

Dobbiamo prima vedere che Dio ha usato visioni e rivelazioni in tempi passati per comunicare con gli esseri umani. Questo lo ammettiamo. Ma questo era secondo il piano di Dio, e Dio non usa visioni e rivelazioni oggi.

Ma secondo Ebrei 1:1-2*, sebbene prima ci parlasse per mezzo di angeli e profeti (con visioni e rivelazioni), ora ci parla attraverso la testimonianza di suo Figlio, Gesù Cristo. La cosa importante da vedere in questo è che Dio ci ha dato una rivelazione unica nella forma della vita di Gesù Cristo. Questa rivelazione (la sua nascita, il suo insegnamento, il suo esempio, la sua morte e risurrezione) costituisce una testimonianza o una rivelazione che non può essere superata o modificata.

Vediamo angeli di Dio comunicare il messaggio di Dio agli uomini, ma a parte la trasfigurazione di Gesù (che è stata speciale), non vediamo esseri umani morti tornare sulla terra. Il caso di Samuele in 1 Samuele 28 non è molto chiaro se fosse davvero Samuele o un demone a ingannarli. Il punto qui è che Dio gli ha negato la comunicazione con Saulo a causa dei suoi peccati. È contro questo punto che pesa l’argomento che egli è un demone, e non proprio Samuele. È interessante notare che in 1 Samuele 15:35 si dice che “Samuele non vide mai Saul in tutta la sua vita”. Se Dio glielo negò in vita, perché lo avrebbe permesso in seguito?

Apocalisse 22:18 Io lo dichiaro a ognuno che ode le parole della profezia di questo libro: Se alcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali le piaghe descritte in questo libro;
Apocalisse 22:19 e se alcuno toglie qualcosa dalle parole del libro di questa profezia, Iddio gli torrà la sua parte dell’albero della vita e della città santa, delle cose scritte in questo libro.

Dios no usa a los ángeles para hablarnos.

La parola “angelo” significa messaggero. Gli angeli sono i messaggeri tra Dio e l’uomo. Anche nella Bibbia Dio li ha usati pochissime volte ed era molto limitato. Paolo dice in Gal. 1:6-9, che dobbiamo respingere qualsiasi messaggio diverso da questa rivelazione, sia che provenga anche da Paolo stesso o da un angelo dal cielo. Ma gli angeli cattivi sono molto astuti nel presentarsi agli esseri umani come “angeli di luce” per ingannarli con i loro inganni infernali.

2 Corinti 2:11 affinché non siamo soverchiati da Satana, giacché non ignoriamo le sue macchinazioni.

2 Corinti 11:13 Poiché cotesti tali sono dei falsi apostoli, degli operai fraudolenti, che si travestono da apostoli di Cristo.
2 Corinti 11:14 E non c’è da maravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce.

Gesù ci avverte chiaramente in Matteo 24:24 che falsi cristi e falsi profeti useranno segni e prodigi per sedurre anche i salvati, se possibile. La sua attenzione è più rivolta ai convertiti che al mondo. Gli esseri spirituali che vengono in visioni è la manovra del diavolo.

Dio non usa gli spiriti di persone morte per parlare con noi.

Dio pone semplicemente fine alla vita attiva di ogni persona quando muore.

Ebrei 9:27 E come è stabilito che gli uomini muoiano una volta sola, dopo di che viene il giudizio,

Allo stesso modo vediamo che Lazzaro e il ricco (Lc 16,19-31) morirono entrambi, e il loro scambio con i vivi finì in quel momento, e se ne andarono alle loro destinazioni, in attesa della risurrezione finale. L’uomo ricco voleva tornare sulla terra o che qualcuno anche dal paradiso tornasse a comunicare con la sua famiglia in modo che non venissero dov’era lui, ma Dio presenta in questo passaggio che questo è chiaramente proibito e limitato da Dio in modo che non accade (16,27-31). L’unico messaggero umano dall’altro lato della morte era Gesù Cristo. A parte questo, l’unica rivelazione per i vivi è quella delle Scritture (“Mosè ei profeti” 16:31).

Ecclesiaste 9:5 Difatti, i viventi sanno che morranno; ma i morti non sanno nulla, e non v’è più per essi alcun salario*; poiché la loro memoria è dimenticata.
Ecclesiaste 9:6 E il loro amore come il loro odio e la loro invidia sono da lungo tempo periti, ed essi non hanno più né avranno mai alcuna parte in tutto quello che si fa sotto il sole.

*”Salario” significa ricompensa o pagamento per qualcosa che fai. Se ogni azione della vita ha il suo compenso, allora dopo la morte non c’è più possibilità di “fare”? Ciò implica anche che non hanno alcun coinvolgimento con gli eventi del mondo e degli esseri umani. Vedi Eccl. 1:11, Isaia 63:18.

I morti non hanno più nulla a che fare con gli eventi della terra, né con gli esseri umani viventi. Non tornano mai in alcun modo

Giobbe 7:8 Lo sguardo di chi ora mi vede non mi potrà più scorgere; gli occhi tuoi mi cercheranno, ma io non sarò più.
Giobbe 7:9 La nuvola svanisce e si dilegua; così chi scende nel soggiorno de’ morti non ne risalirà;**
Giobbe 7:10 non tornerà più nella sua casa, e il luogo ove stava non lo riconoscerà più.

**”Sheol (soggiorno)” nell’ A.T. è il luogo di tutti i morti, salvati e non convertiti. Può essere considerato come “morte”.

Poi Dio ha posto delle barriere affinché quelli dell’inferno e del paradiso non potessero essere trasferiti da un luogo all’altro (Luca 16:26), allo stesso modo Dio ha reso impossibile che un essere umano morto tornasse a comunicare con i vivi. Questo è semplicemente proibito da Dio. Quello che dice “non conoscerà il suo posto” significa che non possiamo vedere dove devono andare da loro né che vengono qui. (Lc 16 rappresenta una forma di comunicazione tra chi è in paradiso e chi è all’inferno, ma la comunicazione tra i morti e i vivi sulla terra non è possibile.

Qual è allora questa comunicazione con i morti? La Bibbia classifica ogni comunicazione con i morti come stregoneria, non è che si riesca effettivamente a comunicare con esseri umani morti, ma è un’interazione con i demoni. Quando appaiono le persone (esseri umani morti), sono davvero dei demoni che agiscono per ingannare i semplici che credono a tutto.

di cercare di comunicare con i morti è stregoneria (un abominio di Dio)

Levitico 19:31 Non vi rivolgete agli spiriti, né agl’indovini; non li consultate, per non contaminarvi per mezzo loro. Io sono l’Eterno, l’Iddio vostro.

Levitico 20:6 E se qualche persona si volge agli spiriti e agl’indovini per prostituirsi dietro a loro, io volgerò la mia faccia contro quella persona, e la sterminerò di fra il suo popolo.

Levitico 20:27 Se un uomo o una donna ha uno spirito o indovina, dovranno esser messi a morte; saranno lapidati; il loro sangue ricadrà su loro”.

Dio ha messo la pena di morte su tutti coloro che si consultano con i morti.

Non c’è aiuto al di fuori di Dio.

Dobbiamo capire che Dio è l’unico che può davvero aiutarci.

Salmi 27:9 Non mi nascondere il tuo volto, non rigettar con ira il tuo servitore; tu sei stato il mio aiuto; non mi lasciare, non m’abbandonare, o Dio della mia salvezza!

Salmi 33:20 L’anima nostra aspetta l’Eterno; egli è il nostro aiuto e il nostro scudo.

Salmi 40:17 Quanto a me son misero e bisognoso, ma il Signore ha cura di me. Tu sei il mio aiuto e il mio liberatore; o Dio mio, non tardare!

Salmi 54:4 Ecco, Iddio e colui che m’aiuta; il Signore è fra quelli che sostengon l’anima mia.

Mentre Satana continua a cercare la nostra adorazione nei suoi confronti invece della nostra adorazione di Dio, i suoi piani includono l’introduzione di spiriti aiutanti. Questo si presenta sotto forma di presunti esseri umani e spiriti guida (angeli di luce). Sono entrambi demoni ingannevoli.

Salmi 60:11 Dacci aiuto per uscir dalla distretta, poiché vano è il soccorso dell’uomo.

Anche se in realtà erano esseri umani morti che tornano ad aiutarci, Dio dice che questo aiuto è “vano”, cioè privo di valore reale. 2 Timoteo 4:3-4

L’alternativa biblica

Isaia 8:19 Se vi si dice: “Consultate quelli che evocano gli spiriti e gli indovini, quelli che susurranno e bisbigliano”, rispondete: “Un popolo non dev’egli consultare il suo Dio? Si rivolgerà egli ai morti a pro de’ vivi?”
Isaia 8:20 Alla legge! alla testimonianza! Se il popolo non parla così, non vi sarà per lui alcuna aurora!

È l’opposto di ciò che è giusto o opportuno chiedere aiuto alle creature e ignorare l’aiuto di Dio. Dio ci ha dato un grande aiuto attraverso le Scritture (“legge e testimonianza”) e, a parte questo, non avremo molto aiuto per guida e direzione.

Dobbiamo capire che l’unico modo per ottenere aiuto dal mondo degli spiriti è pregare Dio e chiedere aiuto secondo la sua volontà. Non possiamo esercitare la nostra volontà, perché questa di per sé è stregoneria.

1 Samuele 15:22 E Samuele disse: “L’Eterno ha egli a grado gli olocausti e i sacrifizi come che si ubbidisca alla sua voce? Ecco, l’ubbidienza val meglio che il sacrifizio, e dare ascolto val meglio che il grasso dei montoni;
1 Samuele 15:23 poiché la ribellione è come il peccato della divinazione, e l’ostinatezza è come l’adorazione degli idoli e degli dèi domestici. Giacché tu hai rigettata la parola dell’Eterno, anch’egli ti rigetta come re”.

Dio ci presenta che ribellarsi alla Sua santa volontà ed essere ostinati contro la Sua volontà di fare la propria è come l’idolatria e la stregoneria. Dobbiamo capire che l’importante non è ciò che può apparire (un fantasma, un medium che usa lo spirito di una persona morta, o un angelo), ma è la Parola di Dio che dovrebbe guidare la nostra vita. Questa è l’unica autorità che dovremmo lasciare che governi le nostre vite, ed è l’unica autorità che dovremmo cercare.

Gruppi che utilizzano spiriti guida: Jung (psicologia), Alcolisti Anonimi, Teosofania, Mormoni (angelo Moroni), Cattolici (Mary), Edgar Casey, Pentecostali e molti altri. Dovrebbe essere un avviso rosso quando qualcuno parla di visioni di esseri spirituali o anche umani.

cat03-cox-spiritismo

Altri opuscoli per i cattolici