cat02it-cox-maria

Questo opuscolo tratta l’argomento che i cattolici adorano Maria uguale a Dio, secondo la Bibbia questo è sbagliato.

cat02it-cox-maria Questo opuscolo tratta l’argomento che i cattolici adorano Maria uguale a Dio, secondo la Bibbia questo è sbagliato.

Maria, la Madre di Gesù
Dovremmo adorarla o riverirla?
[cat02] v3.1 ©2013 www.folletosytratados.com/cat02
Puoi fotocopiare e stampare liberamente questa brochure
Di David Cox ([email protected])

Isaia 44:9-10 Chi è che fabbrica un dio o fonde un’immagine perché non gli serve a nulla?

I cattolici spesso ci chiedono “Perché non adori* Maria?”. Ci dicono: “Non hai rispetto per la madre di Dio”

La risposta è semplice, ovviamente rispettiamo le donne, specialmente le donne salvate molto pie come Maria, ma non adoriamo nessuno tranne Dio.

Questo opuscolo chiarirà la questione dell’atteggiamento o del rapporto di un vero cristiano con Maria, la madre dell’umanità di Gesù.

*È necessario che io usi questa parola “adorare”, perché i cattolici normali capiscono quello che fanno, “adorando Maria”, ed è solo quando si confrontano con questa idolatria che vogliono cambiare “adorare” per essere “ venerare”, che secondo loro è diverso. Attualmente quello che fanno è lo stesso che rendono pagani i loro falsi dèi, creano immagini, mettono sacrifici e luci intorno, ecc.

L’adorazione è solo per Dio

Esodo 34:14 poiché tu non adorerai altro dio, perché l’Eterno, che si chiama “il Geloso”, è un Dio geloso.

Cominciamo dal fatto che Dio è geloso, e quindi Dio richiede adorazione solo per Se Stesso. Chinare il capo in riverenza a un essere diverso da Dio infiamma il furore del Signore (Dt 6:12-15). In Esodo 22:20, Dio condannò con la morte tutti coloro che offrivano sacrifici a dèi diversi da Geova.

Matteo 4:9 Tutte queste cose io te le darò, se, prostrandoti, tu mi adori.

Nella tentazione di Gesù, Satana volle che Gesù lo adorasse prostrandosi davanti a lui. L’apostolo Giovanni voleva inchinarsi davanti all’angelo che gli mostrava queste cose in Apocalisse 22:8-9, ma l’angelo rifiutò di ricevere adorazione dagli uomini, “suoi compagni di servizio”. Allo stesso modo, in Atti 14:13-15, gli apostoli rifiutarono di permettere agli esseri umani di fare sacrifici per adorarli.

Non dobbiamo adorare le immagini

Esodo 20:3 Non avere altri dii nel mio cospetto.
Esodo 20:4 Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù ne’ cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra;
Esodo 20:5 non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano,

Questo comandamento afferma chiaramente che non dovremmo “avere” (onorare) altri dei, perché tutto ciò che adoriamo diverso da Dio è un idolo, l’idolatria. Ciò è ulteriormente spiegato dal fatto che non dobbiamo farci un’immagine o una somiglianza di nulla sulla terra per adorarlo. Il semplice fatto di fare un’immagine o una rappresentazione di Dio, Gesù, Maria, un santo, un angelo o qualche altra cosa simile, è paragonare la gloria di Dio con una cosa creata, che infiamma l’ira di Dio (Dt 6 :15) contro il trasgressore. Per questo le immagini non ci aiutano in alcun modo, anzi, fanno infuriare Dio contro di noi per questo!

Romani 1:25 essi, che hanno mutato la verità di Dio in menzogna, e hanno adorato e servito la creatura invece del Creatore, che è benedetto in eterno. Amen.

Non diamo riverenza, gloria, onore o “posto” a qualcosa di diverso da Dio stesso. L’onore e il rispetto per qualsiasi creatura sono proibiti.

Le immagini non servono

Isaia 44:9 Quelli che fabbricano immagini scolpite son tutti vanità; i loro idoli più cari non giovano a nulla; i loro propri testimoni non vedono, non capiscono nulla, perch’essi siano coperti d’onta.
Isaia 44:10 Chi è che fabbrica un dio o fonde un’immagine perché non gli serve a nulla?

“Vanità” significa qualcosa privo di valore spirituale. Dio dice che “è inutile”, e sono confusi perché fanno simboli o immagini di cose che poi adorano, anche se i loro idoli non possono vedere o capire. È come se Isaia oggi dicesse ai cattolici: “Come siete ingenui! Fanno il bambino Gesù (la bambola) ma lui non sa vestirsi e non sa aggiustarsi quando si rompe o cade dal suo posto, eppure tu adori questo, non vedi che non serve? “Non serve? È inutile, non capisci?” Le persone che adorano le immagini dicono che “le aiutano nell’adorazione di Dio”. Ma le immagini testimoniano la loro confusione, perché non sono affatto utili nella religione e nel culto dell’unico vero Dio, dice il profeta Isaia.

Isaia 42:17 E volgeran le spalle, coperti d’onta, quelli che confidano negl’idoli scolpiti e dicono alle immagini fuse: “Voi siete i nostri dèi!”

La loro confusione sta nel fatto che si basano su immagini che rappresentano dio(i) come Dio stesso. Questa è confusione dell’anima, perché il vero Dio non permette ai Suoi adoratori di usare rappresentazioni di Lui nella loro adorazione. Dio stesso pronuncia una maledizione su tutti coloro che usano idoli e immagini. Levitico 26:1 estende il divieto di questa attività per includere idoli, sculture, statue o “pietre dipinte” (immagini).

Isaia 42:8 Io sono l’Eterno; tale è il mio nome; e io non darò la mia gloria ad un altro, né la lode che m’appartiene agl’idoli.

Deuteronomio 4:15 Or dunque, siccome non vedeste alcuna figura il giorno che l’Eterno vi parlò in Horeb in mezzo al fuoco, vegliate diligentemente sulle anime vostre,
Deuteronomio 4:16 affinché non vi corrompiate e vi facciate qualche immagine scolpita, la rappresentazione di qualche idolo, la figura d’un uomo o d’una donna,

Il culto di Dio è spirituale verso il suo carattere e la sua santità, non dovrebbe essere “visivo” con immagini.

La differenza tra adorazione e riverenza

Mentre la Chiesa cattolica romana afferma che c’è una grande differenza tra l’adorazione di Dio e la riverenza che pagano a Maria (e il culto minore dei santi), l’effetto è lo stesso. Si inchinano davanti a un’immagine, depongono fiori e candele (sono sacrifici) e rendono servizio, onore e rispetto alle immagini, cosa proibita dal Signore.

Nei divieti di Dio al riguardo, si usano parole come “dare onore” o “dare adorazione” (Romani 1:25) Dare onore significa riverire o adorare, nella Bibbia è la stessa parola e lo stesso concetto. Dare adorazione significa servire, rendere omaggio religioso a qualcosa o qualcuno (come messe, mettere fiori o candele o luci davanti a qualcosa). Si parla di servire come di onorare. La Bibbia usa anche la frase “inchinarsi” (Esodo 34:14) o “inchinarsi” (Matteo 4:9) davanti a qualcosa di diverso da Dio. Nessuna figura fatta da mani umane o data naturalmente al mondo è Dio. Adoriamo Dio spiritualmente perché Dio è spirito.

Giovanni 4:24 Iddio è spirito; e quelli che l’adorano, bisogna che l’adorino in ispirito e verità.

Comunicazione con i morti

Deuteronomio 18:9 Quando sarai entrato nel paese che l’Eterno, l’Iddio tuo, ti dà, non imparerai a imitare le abominazioni delle nazioni che son quivi.
Deuteronomio 18:10 Non si trovi in mezzo a te chi faccia passare il suo figliuolo o la sua figliuola per il fuoco, né chi eserciti la divinazione, né pronosticatore, né augure, né mago,
Deuteronomio 18:11 né incantatore, né chi consulti gli spiriti, né chi dica la buona fortuna, né negromante;
Deuteronomio 18:12 perché chiunque fa queste cose è in abominio all’Eterno; e, a motivo di queste abominazioni, l’Eterno, il tuo Dio, sta per cacciare quelle nazioni d’innanzi a te.

La Bibbia è molto chiara, chi consulta i morti pratica la stregoneria. Allora, pregare Maria o dei santi è stregoneria e abominio.

Isaia 8:19 Se vi si dice: “Consultate quelli che evocano gli spiriti e gli indovini, quelli che susurranno e bisbigliano”, rispondete: “Un popolo non dev’egli consultare il suo Dio? Si rivolgerà egli ai morti a pro de’ vivi?”
Isaia 8:20 Alla legge! alla testimonianza! Se il popolo non parla così, non vi sarà per lui alcuna aurora!

Dio dice chiaramente che il suo popolo deve cercare Dio in preghiera, non i morti. Se qualcuno non insegna questo, allora “non gli è venuto in mente”, cioè non c’è luce o comprensione in loro. Pregare o comunicare con i morti è ciò che insegna ufficialmente la Chiesa cattolica, quindi Dio dice che la Chiesa cattolica non ha la luce di Dio! “Non si è reso conto loro” la verità della Bibbia. Bisogna stare lontani dalle persone che promuovono false dottrine e pratiche che sono abomini per Dio.

Ebrei 4:14 Avendo noi dunque un gran Sommo Sacerdote che è passato attraverso i cieli, Gesù, il Figliuol di Dio, riteniamo fermamente la professione della nostra fede.
Ebrei 4:15 Perché non abbiamo un Sommo Sacerdote che non possa simpatizzare con noi nelle nostre infermità; ma ne abbiamo uno che in ogni cosa è stato tentato come noi, però senza peccare.
Ebrei 4:16 Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, affinché otteniamo misericordia e troviamo grazia per esser soccorsi al momento opportuno.

Solo attraverso Gesù abbiamo libero accesso a Dio, alla Sua misericordia e grazia e alla Sua salvezza. Non c’è motivo di aggirare Gesù e cercare Maria oi santi. Si noti che le preghiere a Maria sono un modo per “corrompere” Dio, cosa davvero impossibile da realizzare, Dt 10,17, 2 Cronache 19,7; Giovanni 14:6.

Maria è Madre di Dio?

Naturalmente la risposta è no. Ci sono due modi per essere la madre o il padre di qualcuno. La prima è che la persona è geneticamente suo padre e la seconda è di adozione. Se Maria ha partorito Dio, allora significa che Maria è esistita davanti a Dio, il che è impossibile, Gesù nella sua divinità è esistito prima di Maria, e Maria ha partorito l’umanità di Gesù, non la sua divinità. Non è corretto dire che Maria è la “madre di Dio”, perché ciò implica l’idea che ha autorità su Dio, il che non è affatto vero.

La Chiesa cattolica insegna che Maria è parte della Trinità, è «il complemento della Trinità. Figlia di Dio Padre, Madre di Dio Figlio, Sposa dello Spirito Santo”. – Hebdomas Mariana. María è “il centro dell’universo” – Salazar.

DeMontfort dice “Gesù Cristo… le ha dato per grazia, toccando Sua Maestà, tutti gli stessi diritti e privilegi che (Gesù) possiede naturalmente”. “Se c’è in noi una speranza, una grazia, se c’è una salvezza, ci viene per mezzo di lei, perché questa è la sua volontà (di Dio), che ha voluto che tutto avessimo per mezzo di Maria”. – Papa Pio IX, Ep. Vangelo. 1849 d.C

Maria è «corredentrice del genere umano insieme a suo Figlio, Gesù Cristo nostro Signore». – dal libro cattolico “Corredentrice” (passione).

Semplicemente, i cattolici fanno assumere a Maria una posizione identica a quella di Dio, e le conferiscono la prerogativa di essere una salvatrice insieme a Gesù, cioè fanno di Maria un idolo, cioè una falsa dea, in competizione con il Dio reale; proprio come Dio ci ha proibito di fare. La Vergine Maria della Bibbia non è mai stata così, ma la Chiesa cattolica insegna quella falsa dottrina su di lei.

Maria è la regina del cielo?

L’espressione “Regina del Cielo” ricorre solo nella Bibbia in Ger 7,18; 44:17-25. Era una falsa dea onorata dal popolo d’Israele, per la quale il popolo meritava la punizione di Dio. Se identifichiamo Maria come la “regina del cielo” è come riconoscerla con una falsa religione proibita.

cat02it-cox-maria

Altri opuscoli per i cattolici