cat15it-cox l'immoralità del ministro

cat15it-cox l’immoralità del ministro

cat15it-cox l’immoralità del minister è un opuscolo sul clero cattolico e le sue immoralità.

cat15it-cox l’immoralità del minister è un opuscolo sul clero cattolico e le sue immoralità.

cat15it-cox l’immoralità del ministro
Di David Cox
[Cat10] v1.2 ©2013 www.folletosytratados.com/it
Puoi fotocopiare e stampare liberamente questa brochure

1 Timoteo 3:2 Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola moglie, sobrio, assennato, costumato, ospitale, atto ad insegnare,

La Chiesa cattolica è costantemente in scandalo per i suoi sacerdoti e arcivescovi e per le relazioni sessuali con i suoi membri. C’è una causa per questo, e c’è una difesa divina contro di essa, e la Chiesa cattolica si rifiuta di ascoltarla perché non seguono la Bibbia per scelta. In questo opuscolo vogliamo esaminare questo, e il problema più profondo che vi sta dietro.

Marito di una moglie

1 Timoteo 3:2 Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola moglie, sobrio, assennato, costumato, ospitale, atto ad insegnare,

Molto semplicemente, la Bibbia richiede che un uomo sia sposato con una donna PRIMA di essere idoneo a entrare nel ministero. Questo perché nella relazione di coppia l’uomo deve imparare ad amare qualcuno sacrificando la propria vita a beneficio dell’altro.

Giovanni 10:11 Io sono il buon pastore; il buon pastore mette la sua vita per le pecore.

Primo, senza voler essere offensivo, il requisito di Dio per un ministro incaricato di una chiesa è che il ministro abbia prima imparato a perdere i propri interessi nella sua relazione d’amore con gli altri. I single possono (e dovrebbero) imparare questo, ma solo nel dare e nel dare costante di una coppia sposata (che vive insieme come uomo e donna) questo desiderio di Dio può essere soddisfatto nei dirigenti della chiesa di Dio. Dio impone questo requisito al ministro prima di ricoprire un incarico in una chiesa.

Per comprendere bene il concetto divino di “pastore”, molte persone si lamenteranno dell’impossibilità di vivere le norme di Dio. Diranno che accettiamo situazioni molto inferiori agli standard che Dio richiede dalla nostra condotta. Gesù Cristo venne e visse per la potenza dello Spirito Santo (ugualmente disponibile per noi) e non peccò. Questa dovrebbe essere l’unica opzione che accettiamo. Ma si lamenteranno che Gesù è Dio, quindi non conta. Ecco che arriva il pastore di ogni chiesa. I pastori devono vivere una vita libera dal peccato e dalle colpe evidenti. (Siamo tutti peccatori, ma è possibile che uno viva una vita santa.) Quindi il pastore (e i suoi leader con lui) possono vivere in modo santo, e dovrebbero se accettano la posizione di leader di una chiesa. Il pastore o il vescovo (vescovo significa sorvegliante) con i diaconi (che sono gli anziani della chiesa) sono gli unici che vediamo come ufficiali nella chiesa del Nuovo Testamento.

In secondo luogo, dobbiamo scartare l’idea che le donne possano essere pastori, o che i matrimoni omosessuali siano accettabili.  1 Timoteo 3:2 Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola moglie, sobrio, assennato, costumato, ospitale, atto ad insegnare,

Il parroco/vescovo (1) deve essere maschio, (2) deve essere sposato, (3) deve essere sposato con una donna, (4) deve essere sposato con una sola donna. Come traliccio aggiungiamo che deve essere “irreprensibile” il che significa che ha una buona testimonianza in cui le persone non possono prenderlo con colpe e colpe valide. Per questo, non deve essere divorziato. Se una coppia viene dal pastore che vuole divorziare, e il pastore insiste sul fatto che no, che risolvono i loro problemi, si lamenteranno che il divorzio è stata la via d’uscita che ha scelto lui, allora perché non possono farlo anche loro ?

Il cattolicesimo. La Chiesa cattolica ha fatto di questa deviazione la regola tra loro. Dio impone condizioni e regole per risolvere i problemi prima che si presentino, e condannano i loro ministri a lavorare senza questo aiuto divino. Nota che un ministro maschio dovrà consigliare e trattare con donne, alcune single e altre con relazioni interrotte. Un pastore sposato può entrare in questa parte del ministero con la moglie al suo fianco per aiutarlo, ea volte anche lei può parlare con loro da sola. Ma un solo sacerdote non ha risorse. Le suore (anche single) non avranno idea di come consigliare problemi matrimoniali, e nemmeno i preti single.

Matteo 8:14 Poi Gesù, entrato nella casa di Pietro, vide la suocera di lui che giaceva in letto con la febbre; ed egli le toccò la mano e la febbre la lasciò. Marco 1:30; Luca 4:38.

Se i cattolici credono che Pietro sia stato il primo papa, e la Bibbia dice che Pietro era sposato con sua suocera, allora perché i sacerdoti non si sposano oggi? La Chiesa cattolica ha promulgato la legge del celibato per i suoi ministri nel 1139 al Concilio Lateranense.

“No” all’essere celibe

Matteo 19:12 Poiché vi son degli eunuchi, i quali son nati così dal seno della madre; vi son degli eunuchi, i quali sono stati fatti tali dagli uomini, e vi sono degli eunuchi, i quali si son fatti eunuchi da sé a cagion del regno de’ cieli. Chi è in grado di farlo lo faccia.

La Bibbia NON DICE che i single non possono ministrare. Inoltre non vi è alcun obbligo che ogni persona DEVE FORZARE A SPOSARSI. Egli, infatti, loda coloro che dedicano la propria vita al servizio del Signore senza sposarsi. Ma quello che dice è che i single non sono qualificati per avere l’onere principale di una chiesa. Finché non ci sono gruppi di sacerdoti nella Chiesa cattolica che consentono ai sacerdoti di sposarsi.
(http://www.elmundo.es/espana/2014/05/27/5384ba7f22601d6f2a8b457b.html)

1 Corinti 7:7 perché io vorrei che tutti gli uomini fossero come son io; ma ciascuno ha il suo proprio dono da Dio; l’uno in un modo, l’altro in un altro.
1 Corinti 7:8 Ai celibi e alle vedove, però, dico che è bene per loro che se ne stiano come sto anch’io.
1 Corinti 7:9 Ma se non si contengono, sposino; perché è meglio sposarsi che ardere.

Non è un peccato essere single, ma per quanto riguarda il ministero ci sono lavori e ministeri in cui i single non dovrebbero entrare per mancanza di esperienza personale (nel matrimonio e nei figli). Solo sposato!

Non essere un fornicatore

1 Corinti 6:18 Fuggite la fornicazione. Ogni altro peccato che l’uomo commetta è fuori del corpo; ma il fornicatore pecca contro il proprio corpo.

In primo luogo, chiariamo che l’adulterio sta rompendo la responsabilità che si ha con il proprio coniuge. È molto specifico, ed è una lealtà, come dovrebbe essere tra un cristiano e Dio (Pro 2:16-18). L’interesse romantico (emotivo e soprattutto sessuale) per gli altri è uno stupro. Puoi e dovresti avere amici di entrambi i sessi, ma ci sono dei limiti a quanto possiamo essere amichevoli con le altre persone. Niente di sessuale! Secondo, la fornicazione è un concetto molto ampio. Parla di adulterio e di due uomini single che hanno rapporti sessuali e può essere esteso all’omosessualità, alla pedofilia, alla bestialità e ad altre perversioni sessuali.

Il cattolicesimo. La Chiesa cattolica ha reso famosi gli scandali sessuali tra i suoi sacerdoti e il popolo, in particolare la pedofilia e l’omosessualità dei suoi sacerdoti. Tutto questo potrebbe essere frenato semplicemente seguendo ciò che dice la Bibbia.

La pedofilia è un abominio

Matteo 18:2 Ed egli, chiamato a sé un piccolo fanciullo, lo pose in mezzo a loro e disse:
Matteo 18:5 E chiunque riceve un cotal piccolo fanciullo nel nome mio, riceve me.
Matteo 18:6 Ma chi avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono in me, meglio per lui sarebbe che gli fosse appesa al collo una macina da mulino e fosse sommerso nel fondo del mare.
Matteo 18:7 Guai al mondo per gli scandali! Poiché, ben è necessario che avvengan degli scandali; ma guai all’uomo per cui lo scandalo avviene!

La persona che abusa di un bambino deve ricevere una punizione particolarmente severa dal Signore.

Romani 1:31 insensati, senza fede nei patti, senza affezione naturale, spietati;

Un adulto normalmente ama un bambino. Un pastore ama sempre le sue pecore. Quando uno dei ministri abusa di un membro della sua chiesa, questa persona non ha l’affetto naturale che dovrebbe avere. È un segno del suo estremo abominio.

L’omosessualità è un abominio

Levitico 18:22 Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna: è cosa abominevole.

Romani 1:26 Perciò Iddio li ha abbandonati a passioni infami: poiché le loro femmine hanno mutato l’uso naturale in quello che è contro natura,
Romani 1:27 e similmente anche i maschi, lasciando l’uso naturale della donna, si sono infiammati nella loro libidine gli uni per gli altri, commettendo uomini con uomini cose turpi, e ricevendo in loro stessi la condegna mercede del proprio traviamento.

Quando un uomo e una donna fanno sesso e non sono sposati, è peccato. Ma l’omosessualità è un abominio al di là del normale peccato. Si bruciano ogni persona che fa questo. È una perversione. Anche la pedofilia è un pericoloso abominio.

Atti 13:7 il quale era col proconsole Sergio Paolo, uomo intelligente. Questi, chiamati a sé Barnaba e Saulo, chiese d’udir la parola di Dio.

È allo stesso tempo divertente e triste vedere che i sacerdoti cattolici capiscono fermamente che sono loro a dire la parola di Dio ai loro seguaci, ma poi quando parla della loro condotta, si dissociano da qualsiasi esempio. La Bibbia richiede che coloro che predicano i princìpi di Dio debbano viverli e esserne esempi personali.

Un uomo di famiglia

1 Timoteo 3:4 che governi bene la propria famiglia e tenga i figliuoli in sottomissione e in tutta riverenza

Dio richiede che ogni ministro (pastore o vescovo) debba essere sposato E AVERE FIGLI sotto controllo. Sebbene applichiamo ugualmente ciò non significa che non peccano mai, ma hanno più o meno un buon esempio di vita cristiana. Dio esige l’esperienza di GOVERNARE PRIMA di essere pastore o responsabile di una chiesa. Ciò che un uomo impara a gestire bene la propria famiglia è esattamente ciò di cui ha bisogno per governare la chiesa.

Il problema dietro l’immoralità

Ci sono fondamenti che causano questi problemi e, in questo caso, la causa più profonda nel caso del cattolicesimo è che i cattolici hanno denigrato l’autorità della Scrittura per la loro stessa “saggezza”. Propongono che il loro discernimento sia superiore a ciò che dice semplicemente la Bibbia. Un secondo problema è che lasciano l’immagine biblica dei concetti di leader della Chiesa, lasciando “Pastore” e “Vescovo” a usare “sacerdote”, e nel processo, facendo i propri concetti su chi dovrebbe essere un ministro in una chiesa. .

Romani 2:6 il quale renderà a ciascuno secondo le sue opere:
Romani 2:7 vita eterna a quelli che con la perseveranza nel bene oprare cercano gloria e onore e immortalità;
Romani 2:8 ma a quelli che son contenziosi e non ubbidiscono alla verità ma ubbidiscono alla ingiustizia, ira e indignazione.

La Chiesa cattolica si oppone alla Parola di Dio permettendo e coprendo l’immoralità dei suoi ministri, coprendo i loro peccati.

cat15it-cox l’immoralità del ministro

Altri opuscoli per i cattolici